TRACCE#1: Essential Killing di Jerzy Skolimowski

Seconda visione di uno Skolimowski, autore che sto approfondendo a ritroso – prima ho visto solo il suo ultimo “11 minut”. Un film di inseguitori e di inseguiti, minimalissimo nella rappresentazione e nella scrittura. Si pedina quest’uomo mistero dal passato volutamente celato, se non in qualche flashback sognato, tanto da sembrare più miraggi di un vagabondo del deserto innevato.

Viene concesso solo un regime di visibilità: quello dell’azione sullo schermo. Le vicende ruotano attorno ad un talebano, presenza scenica immotivata, sfuggito per volontà del caso da cattura, prigionia e tortura americana. Si va quindi sui sentieri nel ghiaccio, sulle orme e sulle tracce, senza mai però prendere piede politico, senza mai ingolfare nell’accusatorio, senza mai lasciare allo spettatore apertura emotiva ed immedesimazione col fuggitivo.

Il distacco con questo viene creato continuamente anche a livello formale con riprese aeree, campi lunghi; le soggettive sono a mano e sobbalzanti, niente lavori di steadicam precisi e puliti. La mdp cattura molte volte il protagonista di spalle, seguendo poi brevissime carrellate che porteranno a dissolverlo. Renderlo un puntino per poi smaterializzarlo nell’immenso invisibile di un fuori campo.

Vince la natura, vincono le sue ombre algide.

Gli intenti sono chiari dalla scena iniziale simbolo: tre soldati americani mentre sparlano e se la ridono vengono cancellati dal protagonista con un colpo di lanciarazzi. Poi niente più dialoghi. Le parole scompaiono insieme a lui nell’ indifferenza della neve.

Dopo aver raggirato gli inseguitori, arriva il confronto più estremo. Va bene divorare vermi, staccare cortecce, uccidere chiunque, riscoprirsi selvaggio nella natura. E con tutto ciò, anche quando si nasconde prima di mietire le sue vittime, basterebbe girarsi all’indietro un solo attimo per coglierlo in flagrante. Ma nessuno vuole mai fermarsi e voltarsi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...